Anno XVIII, 1976, Numero 1, Pagina 87

 

 

John Dunning, L’impresa multinazionale, ed. it. Rosemberg & Sellier, Torino, 1975.
 
Raymond Vernon, Sovranità nazionale in crisi: l’espansione multinazionale delle società americane, ed. it. Rosemberg & Sellier, Torino, 1975.
 
 
Questi due volumi, accomunati dal fatto di analizzare lo sviluppo multinazionale delle imprese industriali, si distinguono per l’approccio seguito.
L’opera di Vernon è l’espressione più coerente di un filone di ricerca, sviluppatosi all’interno della scuola di Harvard, che analizza lo sviluppo multinazionale delle imprese essenzialmente come espressione di una politica del prodotto proiettata a livello mondiale.
Fondandosi su questa interpretazione il Vernon affronta i problemi della diffusione dell’innovazione, della specializzazione produttiva dei diversi sistemi economici e più in generale le implicazioni dello sviluppo delle imprese multinazionali per la sovranità economica e anche politica degli Stati nazionali.
A questi problemi il Vernon non dà risposte conclusive, ma si limita piuttosto a definire precise ipotesi di lavoro fornendo indicazioni sulle implicazioni di maggior rilievo che tale impostazione porta a mettere in luce.
Natura diversa ha il volume curato da Dunning, che raccoglie gli interventi presentati ad un Convegno sull’impresa multinazionale svoltosi a Reading nel maggio 1970. Questo volume offre una panoramica dei molti approcci con cui può essere affrontato lo studio delle imprese multinazionali. Così sono analizzati gli aspetti economici, politici, sociali e culturali dello sviluppo dell’impresa multinazionale, i problemi dei rapporti fra Stati e imprese, i problemi di carattere monetario generati dallo sviluppo multinazionale delle imprese, etc.
 
Dario Velo

 

Condividi con